Storie di Franciacorta: TUTTO ESAURITO per la degustazione di pesce e vino!

Storie di Franciacorta: Serata di Degustazione
Martedì 13 Febbraio alle ore 20.30 presso il Centro Culturale Giacomo Zanella

Protagonisti il pesce e il vino

Protagonisti della serata saranno tre vini nati in una delle zone più rinomate e apprezzate d’Italia: la Franciacorta. Accompagneranno un menù di degustazione a base di pesce.

STORIE DI FRANCIACORTA — IL TERRITORIO:

Il nome Franciacorta, come spesso accade, ha origini dibattute tra aneddoti e racconti popolari.
È da “Franzacurta” che il suo nome arriva a noi, dal latino signi ca regione esente dal pagamento di tributi. Ma tra le varie attribuzioni, il signi cato che prevale è sicuramente legato ad una lunga tradizione vitivinicola che ha saputo a ondare le proprie radici in profondità, tramandando un vino di grande valore.

Nel territorio della Franciacorta si producono vini n dal sedicesimo secolo. Si trova nel cuore della Lombardia, a acciata sulle sponde del Lago d’Iseo, in un’area di circa 200 chilometri quadrati che comprende 19 comuni della Provincia di Brescia. Le sue dolci colline, delimitate ad ovest dal ume Oglio e a nordest dalle ultime propaggini delle Alpi, devono le loro antichissime origini ai ghiacciai che, ritirandosi oltre 10.000 anni fa, hanno creato l’an teatro all’interno del quale ha preso vita la Franciacorta. L’origine morenica dona ai terreni di quest’area una straordinaria ricchezza minerale, che unita all’eterogeneità che compone i suoli, costituisce l’elemento distintivo di una viticoltura di qualità, pienamente apprezzabile nelle caratteristiche sensoriali di ogni Franciacorta.

STORIE DI FRANCIACORTA — IL VINO:

L’uvaggio consentito è Chardonnay e/o Pinot Nero, Pinot Bianco no ad un massimo del 50%, l’Erbamat nella misura massima del 10%. La rifermentazione in bottiglia deve avvenire per un minimo di 18 mesi di a namento sui lieviti; elaborazione e maturazione durano almeno 25 mesi dalla vendemmia.

Giallo paglierino con ri essi dorati, perlage fine e persistente, bouquet caratteristico della fermentazione in bottiglia, sentori di crosta di pane e di lievito arricchiti da delicate note di agrumi e di frutta secca (mandorla, nocciola, chi secchi). Sapido, fresco, ne e armonico.

storie di franciacorta - barone pizzini

STORIE DI FRANCIACORTA — IN DEGUSTAZIONE:

BARONE PIZZINI

L’azienda fu fondata nel 1870, ma solo nel 1967 la Franciacorta viene riconosciuta come zona a denominazione di origine controllata. Le 25 vigne, dislocate in diverse zone della Franciacorta, si estendono su una super cie totale di 47 ettari. L’altitudine è di 200/350 m s.l.m. e l’età media degli impianti è attorno ai quindici anni. Ogni vigneto possiede proprie caratteristiche per esposizione, altitudine, composizione del terreno che lo rendono diverso da tutti gli altri. Il suolo è di origine complessa, in parte morenico ma arricchito da deposizioni uvioglaciali.

Ulteriore potenzialità del substrato verso la produzione di vini di pregio è conferita
dalla coltivazione bio che migliora la vitalità degli strati esplorati dalle radici estendendo nel tempo, in profondità, una fertilità equilibrata ed attiva. Già nel lontano 1998 la cantina avvia l’esperienza della viticoltura biologica. Con la vendemmia 2002 nasce il primo Franciacorta Biologico.

ANIMANTE FRANCIACORTA DOCG

Chardonnay 78%, Pinot Nero 18%, Pinot Bianco 4% 20- 30 mesi sui lieviti. Rappresenta l’anima di Barone Pizzini perché racchiude in sè la natura viva di tutti i suoi vigneti. Nasce per coronare il lungo e pionieristico percorso di rinnovamento in vigna ed in cantina che ha sancito la primogenitura di Barone Pizzini nell’esperienza biologica in Franciacorta.

NATURAE FRANCIACORTA DOCG

Chardonnay 60%, Pinot Nero 40%, 6 mesi in vasche inox e barrique, 30-40 mesi sui lieviti.Austero, con buona struttura acida, mitigata dalla morbidezza tipica di questa vendemmia e dalle sfumate note sapide. Parte delle uve proviene dal vigneto più elevato, Pian delle Viti, denominato nel Medioevo la Valle Sospesa. Il terreno calcareo conferisce una piacevole nota salmastra

ROSÈ FRANCIACORTA DOCG

Pinot nero 80% Chardonnay 20% 6 mesi in vasche inox e barrique a namento di 30-40 mesi sui lieviti. Il sensuale Pinot nero, dei vigneti ghermiti dai boschi, trasporta nel bicchiere note di sottobosco come il ribes, oltre a sentori di rosa. Di persistente armonia, scandito da una densa trama intessuta in un buon vigore acido.

STORIE DI FRANCIACORTA — Menù di Degustazione

Tavolozza di Mare
(il carpaccio di polpo, i gamberoni, una selezione di a umicati)

Il Pasticcio di Pesce
(Canocchie e Frutti di mare)

Ospite della serata:

Alberto Pizzi
Direttore commerciale dell’azienda Barone Pizzini

L’ingresso all’evento è consentito solo previa prenotazione da e ettuare presso il Comune di Pozzoleone (ufficio anagrafe).

I biglietti, del costo di 25€ per persona, sono esauriti.
GRAZIE A TUTTI PER IL SUPPORTO!

Evento organizzato da:

storie-di-franciacorta---paganini
Recommended Posts

Leave a Comment

Start typing and press Enter to search